9.6.08

Primarie dem 2008, a uso di culi pesanti e cinici di ritorno

Il mio amico Massimo, che gli ci voglio tanto bene di solito ma quando c'è da mandarlo a cagare non mi tiro certo indietro, scrive una tirata nel lieve stile anglosassone che gli è congeniale a proposito dell'interesse dimostrato da tanti italiani nei confronti delle primarie democratiche americane. Per chiarire il punto, cita il post precedente di questo blog, che finisce così per beccarsi la seguente diagnosi: "freva veltroniana".

Devo rimandare la sua distruzione fisica e morale a un altro post (c'è uno tsunami in arrivo che chiede di essere schivato), ma intanto, visto che non ha potuto seguire il dipanarsi della vicenda per evidenti problemi di culite pesante e di snobismo da rigurgito di realpolitik, posto solo per i suoi occhi un condensato di 8 minuti, in cui Slate racconta un anno buono di primarie.

[e se chiede perdono in ginocchio sui ceci forse glielo sottotitolo pure]

4 commenti:

Gunther K.Fuchs ha detto...

il tuo blog è molto divertente mni sono divertito molto a leggerlo, complimenti per l'acutezza

MMAX ha detto...

Yes you can!

Paola ha detto...

Grazie mille Gunther. Terrò a mente le dritte del tuo blog su Parigi, per il futuro!

mmax, l'adulazione non ti salverà...

ACG ha detto...

thanks for the travel tips you posted on my blog. i would love to be able to pick your brain some more. please feel free to drop me an email anonymouscitygirl@gmail.com