30.1.08

Cose che lascio a Roma

(rieccola... sempre un po' ansante...)

Venti paia di scarpe da ginnastica. Non è un'iperbole. Qualche fetta 40 in giro interessata?
I maglioni col cannolet. Ho deciso di celebrare il mio girovita libanese.
Un pezzo di carta chiamato legge 194. Dovesse mai venirmi il ghiribizzo di tornare, sarei grata se gli ci deste un'occhiata, danke.

8 commenti:

giorgia ha detto...

In bocca al luppolo, Paole'!!! :)

Paola ha detto...

Qu'il crêpe! :)

.mau. ha detto...

cos'è il cannolet?

Paola ha detto...

.mau.: è quella striscia di maglia (solitamente a costine) che va a ristringere il punto vita, i polsini e il collo dei maglioni di lana, perché la trama è più elastica di quella della maglia rasa. Credo sia un bellissimo ipercorrettismo per "cannolè", ma siccome mia zia lo scriveva così ormai tramando supinamente la sua versione!

ipazia ha detto...

dove ti trasferisci?

(auguri!)

Stefania ha detto...

ci siamo già?! :)
ah, io ho il 40, così... giusto perché tu lo sappia.

Paola ha detto...

ipazia: purtroppo non vado lontano abbastanza da dimenticarmi com'è fatto questo paese (mi sta già venendo la sindrome dell'emigrante, mi spiace per MMAX). Vado in Francia, comunque.

ste: metto da parte alors! Domenica è il D-day.

ipazia ha detto...

ah, beh, il 40 lo porto pure io :-)